Recupero dei borghi storici dell’appennino meridionale

La proposta progettuale della Sextantio Spa riguarda il recupero di borghi storici – abbandonati o in via di abbandono – dell’Appennino meridionale del nostro Paese con l’obiettivo di promuovere uno […]
La proposta progettuale della Sextantio Spa riguarda il recupero di borghi storici – abbandonati o in via di abbandono – dell’Appennino meridionale del nostro Paese con l’obiettivo di promuovere uno sviluppo turistico-ricettivo e residenziale dei borghi storici in oggetto, al tempo stesso salvaguardando il “genius loci” che caratterizza la loro complessa e differenziata realtà territoriale e tutelando l’identità dell’originario patrimonio storico-architettonico, del paesaggio, degli abitanti e dei loro usi e costumi.
Il modello operativo proposto, prevede infatti di preservare l’integrità del costruito storico evitando la realizzazione di nuove costruzioni o altre strutture di supporto: la ricettività alberghiera diffusa e le residenze private saranno nel contempo in grado di assicurare elevati standard di prestazione, gestione di vicinato degli immobili, rispetto delle garanzie di proprietà e manutenzione ordinaria delle residenze.
La proposta progettuale è stata già attuata dalla Sextantio Spa a Santo Stefano di Sessanio in Abruzzo e a Matera, nei Sassi. In tutte e due le località la ricettività turistica è stata assicurata attraverso l’innovativa formula dell’Albergo Diffuso. Nel caso di Santo Stefano di Sessanio, inoltre, è stata avviata anche la commercializzazione degli immobili recuperati a fini residenziali per un clientela essenzialmente estera.
Sulla scorta di tali positive esperienze, la Società – guidata da Daniele Kihlgren –  intende sviluppare con il supporto della Borghi srl nuove progettualità, grazie anche all’ingresso nella compagine societaria di nuovi investitori, prevedendo il recupero di altri 7-8 borghi del Mezzogiorno d’Italia per i quali sono state già concluse o sono in fase di definizione le procedura di acquisto di tutti gli  immobili. Dal punto di vista progettuale la Sextantio ha avviato una collaborazione con lo Studio Chipperfield di Londra.
Da sottolineare che, grazie all’offerta di qualità che la Sextantio SpA ha saputo garantire nelle operazioni già avviate, l’iniziativa gode già di una vasta eco mediatica (sia in Italia che all’estero) e di un generalizzato apprezzamento, sia tra gli esperti di settore che tra gli utenti e i visitatori degli Alberghi Diffusi di Santo Stefano di Sessanio e di Matera. Le principali testate internazionali (dal New York Times, al Financial Times, all’Economist, al Guardian, etc) si sono infatti occupate del progetto e del suo promotore. In tale contesto, l’Albergo Diffuso di Matera è stato inserito dal New York Times nell’elenco dei dieci alberghi più belli al mondo.

Ulteriori informazioni sono disponibili nello specifico