Borgo San Pietro Aquaeortus

Descrizione dell’iniziativa Trattasi di importante progetto di recupero architettonico di un antico Borgo medioevale, nel cuore della campagna Umbra. Il Borgo, denominato S. Pietro Aquaeortus, risalente al secolo XI, originariamente […]

Descrizione dell’iniziativa

Trattasi di importante progetto di recupero architettonico di un antico Borgo medioevale, nel cuore della campagna Umbra. Il Borgo, denominato S. Pietro Aquaeortus, risalente al secolo XI, originariamente appartenuto ai Monaci Benedettini, rappresenta oggi una grande struttura ricettiva, completamente ristrutturata, da destinare alla ospitalità turistica per un target di clientela in grado di apprezzare la unicità e la quiete dei territori circostanti.
La struttura è stata recuperata con la massima attenzione e con la cura dei minimi particolari, i fabbricati sono stati tutti smontati, pietra per pietra, consolidati e ricostruiti con i materiali originali nel rigoroso rispetto delle tecniche ricostruttive. Il recupero della chiesa medioevale ed il rifacimento della piazzetta antistante, così come il restauro degli archi, delle colonne, dei tetti e del campanile testimoniano la indiscussa bontà delle opere eseguite.

 

Localizzazione

Il borgo di San Pietro Acquaeortus è geograficamente collocato nel territorio dell’Alto Orvietano, a mezza costa sulle pendici alto collinari del Parco della Selva di Meana, territorio ricchissimo di risorse ambientali e storico-architettoniche di grandissimo pregio non ancora sfruttate e strategicamente interconnesso con l’Alto Lazio e il Basso Senese.
La fortunata posizione del complesso consente di raggiungere in poco tempo località turistiche di grande pregio: in Toscana, siamo infatti poco distanti dal centro termale di S. Casciano dei Bagni e dalla Val d’Orcia, nel Lazio con il lago di Bolsena e le perle medioevali della Maremma Toscana (Pitigliano, Sorano, Sovana) e in Umbria, Orvieto, con le meraviglie della città dove risplende il gioiello assoluto del Duomo, Perugia Assisi, Città della Pieve, il lago Trasimeno e i suoi borghi medioevali.
Un ventaglio di possibilità infinite per gli amanti della cultura e dell’arte, ma anche del buon vivere e del buon mangiare, in un’atmosfera assolutamente rilassante dove ritemprarsi e soprattutto ritrovarsi a contatto stretto con la natura.
In questi ultimi anni a zona dell’alto orvietano sta vivendo una fase di sviluppo legata al turismo e allo sfruttamento delle risorse naturalistiche e paesaggistiche. Il Borgo di Parrano rinasce sotto l’impulso di un grande progetto di sviluppo integrato d’area che comprende la ricettività, il benessere termale, la produzione vinicola e la pratica di sport come golf su un campo a 18 buche. Il Castello della Sala, splendida residenza dei marchesi Antinori, è circondato da una delle aziende vinicole più prestigiose della regione. Nella vicina Montegabbione si può visitare La Scarzuola, originalissima città ideale dai connotati magico-esoterici realizzata dall’architetto Tommaso Buzzi. Altre strutture ricettive, ripristinate con il recupero attento di casali e ville padronali, stanno tornando a vivere e ad animarsi sotto la guida di persone innamorate del fascino unico di questi luoghi.
Il Borgo San Pietro Acquaeortus si trova a 650 mt sul livello del mare, a 12 minuti da Allerona (Terni) e a soli 15 minuti dall’uscita autostradale (A1) di Fabro.
Nelle vicinanze del Borgo si trovano località storiche e turistico di pregio quali: San Casciano dei Bagni (15 minuti), Orvieto (45 minuti), Monte Amiata ed il lago di Bolsena.
Allo stato attuale risulta completata l’intera iniziativa immobiliare di ristrutturazione del Borgo, che risulta composto da 25 unità abitative per una superficie coperta di complessivi 2.300,93 mq e 1.581,20 di superficie utile.
Le dimensioni di ogni singolo appartamento variano da un minimo di 70 mq circa a 200 mq circa di superficie coperta.
Il complesso è dotato inoltre di una sala destinata a ristorante ed una sala convegni situati all’interno della chiesa medioevale recuperata nei volumi interni per lo svolgimento di nuove funzioni. Sono già in funzione la piscina esterna dotata di una postazione dove fuoriesce acqua da bocchette in pietra per idromassaggio naturale, il centro benessere interno con piscinetta di acqua di mare per talassoterapia, palestra attrezzata ed il wine bar con giardino esterno.
Il Borgo si sviluppa intorno ad una ampia piazza interna che rappresenta lo spazio ideale per organizzare eventualmente mostre, concerti, vernissages, cocktail ed esposizioni.
Gli spazi esterni, progettati da un architetto paesaggista, sono “arredati” con piante, fiori e alberi da frutto tipici delle nostre campagne umbre e essenze “dimenticate” con un attento studio di archeologia floreale. Sono stati studiati percorsi naturalistici con aree di sosta dotate di sedute di legno per relax, conversazione e svago a diretto contatto con la natura.
In termini di superficie le citate unità ricettive sono pari a complessi 1.080,47 mq interamente coperti, ed a 815,82 di mq utili.

 

Ipotesi di destinazione

L’ipotesi iniziale del progetto imprenditoriale è stata da sempre individuata nel comparto turistico alberghiero destinato ad una clientela particolarmente attenta alla ospitalità di charme resort, alla gastronomia del territorio, ed al benessere della persona e del corpo.
Gli appartamenti suites ricavati dalla attenta ristrutturazione, sono situati internamente al Borgo disposti a raggiera intorno alla piazzetta principale. Alcuni di essi a più livelli sono serviti da ascensore.
In totale sono presenti 25 suites, con soggiorno, una o due camere da letto, cucina, e bagni.
A completamento della attività destinata alla ricettività turistica di elevato livello qualitativo, sono stati ultimate anche le unità ricettive rappresentate dal ristorante, sala conferenze, spazi comuni, centro benessere e taverna.
In termini riepilogativi le superfici lorde delle suites e delle unità ricettive ammontano complessivamente a mq 3.381.
Il lotto di terreno su cui insiste l’intero complesso immobiliare è di complessivi ettari 5 circa.
Allo stato attuale è giunta a compimento l’intera fase di ristrutturazione, e di messa in opera e funzione di tutti gli impianti. Pertanto il complesso immobiliare, in ipotesi di destinazione ad uso turistico alberghiero va munito degli arredamenti delle suites, e delle unità ricettive in genere.

La proprietà è disponibile a valutare ipotesi di valorizzazione dell’intero Borgo formulate da parte di operatori immobiliari e turistici.

INFO: Borghi srl – info@iborghisrl.it – 320.9359772

 

Scarica la BrochureITALIANO

Download the brochureEnglish

Скачать брошюрурусский